Higashiyama, la Kyoto da cartolina

A Kyoto siamo stati due giornate piene.

Come arrivare a sud: dalla Stazione di Kyoto autobus n°206, fermata Kiyomizu-michi.

Il primo giorno precisamente nella zona Sud e Nord di Higashiyama, uno spettacolo per gli occhi.
Abbiamo visitato il famoso complesso del Kiyomizu-dera. Dalla stazione di Kyoto solo 15 minuti di autobus e una decina a piedi, dove abbiamo avuto la prima prova della disponibilità dei giapponesi: classica scena, andiamo a destra o a sinistra? Ed ecco che arriva un signore che ci fa capire quale strada prendere, e nonostante non fosse la strada più frequentata (solo dopo abbiamo scoperto che entrambe portavano in cima alla collina), abbiamo potuto godere del panorama di un intero cimitero in stile giapponese, imponente e affascinante.

Assolutamente consigliato!

I templi sono grandi e i colori sono i tipici delle cartoline, entrata d’obbligo nel Tainai-Meguri, ti fanno togliere le scarpe e scendere una scalinata. Una volta in fondo si segue un percorso nella roccia completamente al buio (non guardate film horror la sera prima), e grazie ad una corda si arriva ad una pietra tonda illuminata da una debolissima luce: va girata in entrambe le direzioni e si esprime un desiderio, dopo di che si esce. Il prezzo per questa esperienza e 100 Yen.

Proseguendo, si arriva al Kiyomizu-dera vero e proprio (entrata 300 Yen): è davvero maestoso, edificato su una struttura a palafitte (dichiarato patrimonio dell’UNESCO) e la grande terrazza famosa anche per le cartoline dà una visione completa sulla vegetazione sottostante e la città di Kyoto. Qui come un po’ dappertutto si trovano gli altari, gli incensi per la purificazione e le campanelle da suonare per pregare, lasciando un’offerta.
[06.00-18.00]*

La pietra dell’amore

Una volta usciti dal tempio si apre un bellissimo scenario tipico giapponese, con offerte a varie divinità (per amore, denaro…), pergamene per la fortuna nella vita, tavolette per le richieste agli dei… insomma, qui puoi caricarti di tutte le fortune che vuoi. Si trovano anche le due “pietre dell’amore“, percorrendo la strada ad occhi chiusi da una all’altra avrai fortuna in amore. Merita una sosta senza dubbio.

Ishibei-koji

Una mattinata basta per la visita del complesso, per scendere c’è una delle strade più belle di Kyoto (Ishibei-koji), piena di negozi che vendono qualsiasi cosa, dai dolci, ai kimono, addirittura un piccolo negozio a tema Studio Ghibli, dove chi è appassionato come me si sentirà un bambino in un negozio di dolci! Impossibile non fermarsi e non ammirare la miriade di cose colorate proposte. E lo street food? Se di un paese siete in parte interessati anche ai sapori, come me, allora il Giappone è il paradiso! Gelato al tè verde, Takoyaki (palline di pastella con polpo all’interno)… approfondirò in un articolo a parte, ci sono tantissime cose che bisogna assaggiare!

Negozio Studio Ghibli

Per arrivare alla parte nord ci aspettano altri 20 minuti di autobus, e il tempo inizia ad ingrigirsi. I mezzi sempre puntualissimi e avendo la nostra carta ICOCA fare il biglietto è semplicissimo. Le fermate passano sullo schermo e finalmente scendiamo.

E’ mezzogiorno passato e la fame si sente, ma dove mangiare? La zona non pullula di ristoranti, c’è poca gente in giro e comincia a gocciolare.
Tra gli innumerevoli distributori di qualsiasi cosa, scorgiamo un ristorante tipico.
Diamo un’occhiata ai plastici delle pietanze in vetrina (non è come le nostre pubblicità, quello che vedi è quello che ti viene servito), fanno di solito 3 o 4 varietà di cose, o comunque non è come da noi che trovi pizza, primo, secondo e dolce.
Sorpassiamo la tendina sulla porta e ci accoglie una signora anziana che non parla uno straccio di inglese, ma sedendoci un bell’Arigatou non glielo toglie nessuno.
Il ristorante ha forse 5 tavoli, ognuno con una piastra nel mezzo.
Prendiamo Okonomiyaki (tipica frittata giapponese) e Noodle alla piastra (fantastici) e la signora ce li prepara sulla piastra davanti ai nostri occhi!
Itadakimasu e si divora tutto, l’acqua è sempre gratis e il coperto non si paga, la qualità è ottima e ce ne andiamo soddisfatti, ma non prima che le due vicine di tavolo ci facciano una foto!

Noodle e Okonomyiaki

Ed eccoci nel complesso dove si trova il Nanzen-ji (500 Yen) e i vari templi minori, tutti con giardini meravigliosi in pieno stile zen.
Consiglio vivamente di entrare a dare un’occhiata: vi faranno togliere le scarpe e mettere delle ciabattine a posta, e potrete ammirare i giardini di ghiaia, che vengono rastrellati continuamente e non hanno mai nulla fuori posto. Inoltre vi sono le stanze con il tatami in terra, dove sono appesi ai muri dipinti o oggetti tipici degli anni d’oro del tempio.
[08.40-16.30]*

Si dice che non ci sia nessuna angolazione nella quale si riescano a vedere tutte le rocce di questo giardino contemporaneamente

Una volta assaporata la pace di questo luogo, ci spostiamo a percorrere il sentiero della filosofia (Tetsugaku-no.michi), un sentiero che costeggia un torrente e pieno di alberi di ciliegio, infatti durante la primavera si tratta di una delle passeggiate più belle di Kyoto.

Questa strada porta al padiglione d’argento, il (entrata 500 Yen).
Piove ma in realtà questo crea un atmosfera ancora più magica: il giardino di sabbia bianca perfettamente rastrellata e i laghetti risaltano ancora di più. La passeggiata da fare all’interno del giardino è molto suggestiva e chiude la giornata in modo perfetto.
[09.00-16.30]*

Ginkaku-ji

 

Anche qui, per ritornare al centro di Kyoto c’è una via con street food e gadget, quindi ecco, se volete prendere souvenir avete solo l’imbarazzo della scelta!

*orari nel periodo invernale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...