Fushimi Inari: magia!

Come arrivare: da Nara, si trova sulla linea Nara alla fermata JR Inari (ca. 4 minuti da Kyoto), controllate bene perché solo i locali si fermano.
Il giro completo prenderà dalle 2 alle 3 ore.

Di giorno è senz’altro bellissimo, per fare le foto poi resta il momento migliore, e vedere la via piena di persone ha senz’altro il suo fascino.

Ma se vi piace camminare (e spero vi piaccia perché in Giappone farete i chilometri), vi consiglio di andarci al crepuscolo e di fare il giro completo, come abbiamo fatto noi.
Come dicevo nell’articolo precedente, l’idea migliore è quella di passare la giornata a Nara, dove i templi ad una certa ora chiudono, come il resto della città, e tornando a Kyoto deviare per il Fushimi Inari.

Innanzitutto, per chi non lo sapesse, si tratta del più importante santuario shintoista famoso per la miriade di torri rossi (gli archi rossi) che lo caratterizzano. Essi sono stati donati da migliaia di fedeli nel corso della storia, infatti sul retro vi sono scritti nome e data.
Il complesso è dedicato al dio Inari (raffigurato talvolta come donna o come anziano nella mitologia giapponese), dio del riso e protettore dei commercianti, uno dei più importanti del Giappone, essendo esso alla base della dieta giapponese.

Dopo il grande tempio che ci attira dalla strada principale, proseguendo a sinistra di esso iniziamo a scorgere i primi torii rossi.

Nonostante ci sia il tramonto c’è ancora tanta gente.
Già dall’inizio del percorso, cominciamo ad intravedere numerose statue rappresentanti delle volpi: queste sono le guardiane del tempio, animali misteriosi e importanti per la mitologia giapponese; molti giapponesi evitano di andarci di notte perché si dice che possano lanciare dei malefici.

Se avete tempo e spirito di esplorazione vi consiglio una deviazione sul percorso: seguendo la strada classica, poco dopo aver iniziato la scarpinata, sulla destra troviamo una stradina che porta nel bosco. Subito scorgiamo un albero spoglio nel bel mezzo del nulla con i classici bigliettini dalla cattiva sorte appesi ad esso, il che se vogliamo, crea un’atmosfera anche un po’ inquietante dal momento che si sta facendo sempre più buio. 5 minuti dopo ci troviamo ad un piccolo santuario minore, dove di sera non c’è nessuno. Un ottimo spot per delle foto, soprattutto data l’atmosfera mistica che viene a crearsi dopo il crepuscolo.

Riprendiamo la scalata, e mano a mano che saliamo per la collina, i torii si fanno sempre più radi e arrivati alla prima uscita del percorso, ci accorgiamo che ben poche persone continuano la camminata verso la cima.

Diventa buio, ma l’aria si riscalda con le lanterne che ci accompagnano.
Sembra di essere in un altro mondo, l’atmosfera è fantastica e la vista che si presenta quasi alla cima è strepitosa! Si apre una visuale su Kyoto di notte che lascia senza fiato, ed è bene tenere a mente che arrivati in cima non potremmo godere di questo spettacolo perché in mezzo alla foresta, quindi è bene approfittarne.

Non fatevi spaventare dai cartelli che dicono di fare attenzione ai cinghiali; gli unici animali che vedrete lungo il percorso sono degli adorabili gattini che si divertono a nascondersi tra le pietre.

Una volta arrivati in cima,  non c’è nulla che faccia intuire che il percorso è finito, quindi non aspettatevi il grande boom finale. Nonostante questo, l’dea di fare il giro completo per l’atmosfera mistica che si crea, è stata la scelta migliore, per stare nella natura giapponese che ha sempre tanto da offrire.

E qui ho avuto la “brillante” idea di togliere sciarpa e giacca per il caldo, in piena notte di gennaio. L’esito? Il giorno dopo febbre!
Ma nonostante il malessere il viaggio non si è concluso, ed è stata l’occasione per mescolarsi meglio con il popolo giapponese. Come? Indossando la famosa mascherina!

Respirata l’aria magica del Fushimi Inari, tornare a Kyoto è un attimo, stanchi e affamati, concludiamo con una bella cena in pieno stile giapponese!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...