Osaka: torniamo negli anni 60?

Altra giornata, altra meta di esplorazione. Destinazione: Osaka!
Come accennato nell’articolo precedente, ho la febbre. Ma niente paura: armata di

mascherina si riparte!

Molte persone sono convinte che i giapponesi usino queste mascherine stile Dr. House perché l’aria non sia abbastanza pulita. La verità è che essendo un popolo molto numeroso e molto rispettoso, la mascherina è il metodo migliore per proteggere gli altri, e non se stessi come molti pensano: se sono malata e uso la mascherina, evito di portare germi in giro e di contagiare inutilmente un sacco di persone.

b280e347-eff8-4678-aa17-82fcc87b7998

E nonostante guardando il mio riflesso mi trovo abbastanza buffa, nessuno presta attenzione a me e anzi, mi accorgo di quanta gente la porta e nemmeno ci avevo fatto caso.

Osaka è una città molto grande, ma anche più grigia rispetto a Kyoto o Tokyo, ma non per questo non vale la pena farci un giro.

Si tratta di una città commerciale e portuale, si affaccia sull’oceano; è inoltre famosa per la cucina: infatti la sua via più popolare è Dotonbori, via del cibo, citata in qualsiasi guida sul Giappone che propone ristoranti per ogni tipo di tasca e palato.

Entrata di un ristorante tipico

In una giornata è possibile fare un salto al palazzo imperiale, restaurato nel 97 dopo essere rimasto in piedi con la seconda guerra mondiale.
Consiglio un giro nel bellissimo parco, ma a parer mio l’ingresso non è necessario.

Come altra tappa, l’acquario Kaiyukan, uno dei più grandi acquari al mondo: contiene addirittura lo squalo balena. L’Acquario non esibisce solo pesci, ma anche anfibi, rettili, uccelli, mammiferi, invertebrati e piante riproducendo, con circa 620 specie e 30.000 soggetti, la natura dell’Oceano Pacifico. Il complesso è enorme, e i giapponesi in visita sono sempre molti.
Si tratta di una bella attività per scoprire cose interessanti e cambiare per un po’ soggetto di visita. Le acrobazie delle foche e le enormi specie che popolano l’oceano Pacifico sono veramente affascinanti.

Pinguini all’uscita

Nel piano più basso del centro commerciale (che si collega alla ruota panoramica e all’acquario) c’è una chicca da non perdere: una riproduzione della città di Osaka degli anni 60 dove servono cibo in localini intimi e particolari. Non mangiamo nulla per tenerci per la via più famosa della città, ma vale la pena fare un giro, trattandosi di un luogo molto suggestivo.


Inizialmente non trovandolo, abbiamo chiesto indicazioni ad una ragazza che lavora in un negozio lì vicino: non sapendo parlare bene l’inglese, piuttosto che dire “non posso aiutarvi”, ha preferito lasciare il negozio per qualche minuto e accompagnarci di persona. Questo è il genere di cose che vi farà veramente innamorare del Giappone.

Una volta usciti, grazie ad un biglietto combinato che si può acquistare all’entrata, abbiamo colto l’occasione per fare un giro sulla ruota panoramica più alta del Giappone: ben 123 metri. Offre in modo alternato cabine con il pavimento completamente trasparente e non, a vostra discrezione. La coda per quelle con il vetro ovviamente è più lunga, ma il brivido è assicurato!
Dal momento che il tempo stringe e che uno di noi soffre di vertigini, la scelta più ovvia è puntare su quella con il pavimento coperto.
Il giro completo dura una ventina di minuti e lo spettacolo di Osaka illuminata resta comunque fantastico.

Come ultimo step, il quartiere citato all’inizio: Dotonbori!

Ristorante di Kushiage

La sera è il momento migliore: rispecchia gli anni 60 e ha insegne abbaglianti e spettacolari, enormi e meccanizzate; come quella di un enorme granchio che muove le sue chele per invitarci a mangiare.
Se non hai un’insegna stratosferica conti poco in questa via, l’eccentricità fa capolino da ogni angolo!
Qui  verrete avvolti da una folla di gente e profumi di ogni tipo. In ogni vicolo avrete il piacere di mangiare qualcosa: takoyaki, granchi, sushi, tempura e anche il pesce palla!
Peccato lo stomaco sia solamente uno!

Che cosa mangerete?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...