Kamakura, il Buddha gigante

Stiamo volando a Kamakura grazie al nostro treno veloce, puntuale e pulitissimo, per immergerci di nuovo nella natura, staccando per un momento dalla frenesia di Tokyo (che è sempre meno che a Milano).

Uscendo dalla stazione proseguiamo seguendo le indicazioni per il grande Buddha.
Si tratta di una statua in bronzo dedicata appunto a lui, alta quasi 14 metri e che attira turisti da tutto il mondo. attrazione principale di Kamakura, e noi siamo pronti a scoprirla.

 

Per arrivare si può prendere un autobus, ma essendo una bella giornata e la strada piacevole, decidiamo di esplorare un po’ la zona e di arrivarci a piedi. Con Google maps alla mano seguiamo le istruzioni, immettendoci in strade secondarie fino ad arrivare ad una deviazione.
Ci si arriva in entrambi i modi, ma noi decidiamo come sempre di non seguire la folla ma di intraprendere la piccola stradina sterrata che passa in mezzo alle case, e come al solito non ce ne pentiamo. Riuscire a scovare gli scenari di vita di un popolo così lontano da noi, è senz’altro esperienza alla quale non voglio rinunciare nei miei viaggi.

Ed ecco che sbuchiamo dove tutta la gente si riunisce, Yen alla mano e paghiamo l’entrata.
I grandi guardiani, come a Nara, ci scrutano mentre entriamo.Appare davanti a noi maestosa come non mai la grande statua, a cui fa sfondo un cielo sfumato e fresco.
Come un po’ tutte le cose, le immagini non rendono giustizia alla divinità.
Foto, tante foto dopo, ci avviciniamo alle solite casette di legno che vendono souvenir, e porta fortuna, e acquisto degli amuleti protettivi da riportare a casa.

Incensi profumati e ogni sorta di oggetto attirerà la vostra attenzione.

Completato l’acquisto, con soli 20 Yen entriamo all’interno della statua. Da qui ci si può arrampicare fino alla testa del Buddha e così ammirare la costruzione dall’interno.

Altro tempio da vedere è l’Hase-dera del 736, circondato da migliaia di Jizo, divinità che proteggono i bambini morti, raffigurati come piccole statuette. Si trova a poco più di 10 minuti a piedi dal grande Buddha.

Concluso il giro in questa zona, prendiamo un autobus per tornare alla stazione, ma qui non facciamo subito ritorno, imbocchiamo invece la via che si trova sulla destra rispetto all’entrata, piena di negozi e cose interessanti.

Al solito scoviamo un piccolo negozio dedicato allo Studio Ghibli, ma benché la voglia sia grande, tiriamo dritto per mantenerci per il museo che andremo a visitare prossimamente.

La prima fermata invece in quanto donna con i capelli lunghi, è un negozio stracolmo di accessori. Non resisto e acquisto una tipica molletta giapponese: uno stelo simile ad una bacchetta, con all’estremità una sfera di vetro con dei fiori accuratamente disegnati, e un pendaglio piccolo e fine, in una sfumatura di grigio stupenda. Me lo faccio mettere, e mi sento un po’ una di loro.

Un piccolo negozio di kimono di un anziano signore colpisce uno dei nostri, ci fermiamo per acquistarne uno tradizionale. Nonostante non parlasse inglese. è stato davvero disponibile e gentile.

Soddisfatti proseguiamo tra i colori e profumi dei piccoli negozietti che vendono cibo ai lati della strada, acquistiamo delle bacchette con incisione fatta a mano come ricordo, e torniamo sulla via.

Decidiamo di proseguire a piedi fino alla fermata del treno successiva, circa 4 km, per vedere cosa c’è in periferia di una città tanto turistica.

Attraversiamo una galleria, tutt’intorno a noi ci sono case, con qualche sprazzo di bosco, ogni tanto intravediamo dei torii e piccoli santuari come ormai siamo abituati a vedere, ma mai stufi.
Troviamo macchinette un po’ dappertutto, facciamo rifornimento di bibite particolari (la bevanda del momento è il famoso Qoo alla mela) e troviamo perfino una macchinetta dove con 1000 Yen puoi vincere qualcosa, addirittura una console. Nel bel mezzo della strada. Pare assurdo.
Comunque proseguiamo e arriviamo alla stazione.
La prossima tappa prima di fare ritorno a Tokyo sarà Yokohama, museo del Ramen!

Non sto nella pelle!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...