Abura-Soba a Shibuya, un Ramen un po’ diverso

Shibuya.
Shibuya rappresenta Tokyo, è uno dei quartieri più famosi e importanti della città. La vita mondana di Tokyo.

Cominciamo con una pietra miliare: la statua del cane Hachiko. Il famosissimo cane sul quale hanno girato anche il film con Richard Gere (ramake di un film giapponese del 1987), che dopo la morte del suo padrone lo avrebbe aspettato invano ogni giorno, per quasi dieci anni, dove l’uomo prendeva abitualmente il treno per recarsi al lavoro, proprio alla stazione di Shibuya.
Si trova appena usciti dalla metro, a grandezza naturale (il che significa non molto grande), spicca sul suo piedistallo con sfondo i grandi palazzi e maxi schermi pubblicitari del quartiere.

Una miriade di gente circonda sempre la statua, e proseguendo ci troviamo davanti a lui: l’attraversamento pedonale più trafficato al mondo!
Con sottofondo la sigla della nuova pubblicità dell’anime di clash of clans, abbiamo atteso non so quanti semafori verdi per vedere la folla che impegna la strada.
E nonostante le persone siano tante, ma davvero tante, l’ordine regna sovrano.
E la cosa più impressionante è che benché ci troviamo in una metropoli, trafficata, con taxi da tutte le vie, l‘inquinamento acustico è pochissimo e le auto non strombazzano impazzite come invece succede in molte altre parti del mondo.
Assurdo!

Sicuramente se mirate ad una cena qui avrete l’imbarazzo della scelta.

The-best-noodles-in-Japan-Abura-soba-34.jpg

Un’ottima pietanza che vi consiglio di provare è l’Abura-Soba, la variante del ramen senza brodo. Questo tipo di piatto è stato inventato a Tokyo negli anni 50 e costa meno, perché non c’è la briga di dover preparare il brodo perfetto, che può voler dire mesi e anni di lavoro di perfezionamento.

Si tratta di una ciotola di noodles più spessi con una salsa speciale di soia e un olio particolare sul fondo. I condimenti tipici sono: cipollotti, bambù, alghe, polvere di aglio, carne e da aggiungere a piacimento aceto e olio piccante.
Ovviamente è possibile aggiungere sempre a piacimento anche sesamo, pepe, zenzero e tante altre cose. Il tutto rende ogni piatto di Abura-Soba molto personalizzabile, in base ai gusti del cliente.
Un aneddoto divertente di quando siamo stati per la prima volta a mangiarlo: apprezzando molto il cibo piccante, ho leggermente esagerato con l’olio, il che ha reso il mio piatto degno di Ade. Immaginate quindi la mia persona che mangia con le lacrime agli occhi, e la candela al naso, non riuscendo però a smettere perché troppo gustosi.
Una scena ridicola ma molto divertente, almeno per gli altri!

Se invece volete staccare leggermente dalla cucina giapponese senza però rinunciarci del tutto, un altro posto ottimo è il Blacows, raggiungibile a piedi o in metro, che fa degli hamburger buonissimi con carne di  wagyu, il manzo giapponese. Il prezzo si aggira sui 13.000 Yen, compreso di contorno.
Il pane è ottimo e la carne si scioglie in bocca, veramente succulento!

Shibuya è fantastica di sera, illuminata dall’alto al basso, se poi è periodo di feste come a gennaio, le luci si moltiplicano e la magia si sente nell’aria.
Sembra proprio di essere in un manga, immersi nella cultura giapponese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...