Mangiamo Sushi e Cantiamo a Shinjuku!

Siamo a Shinjuku, altro pilastro di Tokyo, della vita notturna e dei locali a tema.
Questa è una sera un po’ particolare, finalmente ci dedichiamo al sushi.
Scegliamo uno dei locali suggeriti dalle guide, in questo caso, Sushi-Zanmai.
Fuori, appeso alla vetrata, si trova il menù, così potete farvi un’idea di quello che servono.
Ovviamente non è come da noi, non c’è la formula all you can eat, quindi la scelta dei menù e dei set è fondamentale. Si tratta però comunque di un locale economico e di ottima qualità, quindi se siete amanti del sushi vale la pena fermarsi.

C’è da aspettare una decina di minuti, il servizio è veloce e di conseguenza lo è altrettanto il giro di gente.
Se avete l’opportunità di sedervi al bancone potrete ammirare mentre gli chef sfilettano e compongono quello che mangerete.
Il locale è pieno, e il primo posto libero è a tavola. Ci accomodiamo e cominciamo a sfogliare il menù avendo già un’idea di cosa prendere.

Ci sono menù da 3000 Yen con un vasta varietà di pezzi, come pezzi singoli.
Decido di provare nei Nigiri di polpo, gambero cotto e salmone, e 4 pezzi di hosomaki con tobiko, le uova di pesce.
Una volta arrivato il piatto, il primo boccone è delizioso!
La differenza dipende dal tipo di locale che frequentate di solito, ma nelle catene di sushi che propongono in Italia, la qualità è totalmente differente.
Intanto sui nigiri il pesce abbonda, in proporzione al riso, e il salmone oltre ad essere pezzi di ottima qualità, colore e consistenza, è tenerissimo e si scioglie in bocca.
Fare il sushi è proprio un’arte!

Finita la nostra mangiata, dobbiamo decidere quale sarà il prossimo step della serata.
Leggendo tempo prima in internet degli articoli a riguardo, mi viene in mente una cosa che voglio assolutamente provare: il karaoke giapponese!

Per karaoke giapponese non intendo ovviamente cantare in lingua, ma il fatto che per loro esiste una vera e propria cultura dietro! (infatti potete notare che si tratta di una parola di origine nipponica) Parliamo di un passatempo adorato dai locali, ed ogni occasione è buona per praticarlo. E presto vi spiegherò perché.

Torniamo a noi che intanto abbiamo deciso il primo karaoke nelle vicinanze (ce ne sono una decina intorno a noi, a pochi metri) e stiamo seguendo Google Maps.
Come dicevo per l’articolo di Akihabara, ogni posto è buono per aprire un locale.
Ci arrampichiamo quindi per delle scale a chiocciola in un palazzo che non rassicurerebbe nemmeno un criminale, e cominciamo a domandarci se non abbiamo sbagliato strada. Ma no, il puntino continua a lampeggiare, il che significa che dovremmo esserci.
Superati una cosa come 3 piani, con scatoloni sul giro scale e un ristorante di non so cosa, arriviamo all’entrata di quello che parrebbe essere un karaoke.
Entriamo e ci accolgono due signori giapponesi, che non spiaccicano una parola di inglese, ma proprio zero.
Quindi tirano fuori il listino prezzi, ma il posto devo dire che non ci convince, quindi ringraziamo, inchino e via.

Torniamo in strada tra le risate generali, fantasticando su cosa sarebbe potuto esserci dietro le altre porte. Mah.

Tentiamo la sorte con un altro posto. E questo sembra fare di più al caso nostro. La scalinata bianca già dalla strada ci accoglie, all’interno è tutto molto moderno e minimal, e un altro giapponesino che non sa l’inglese, ci illustra i prezzi.
Decidiamo di fermarci una mezz’ora (si paga a tempo) e ordiniamo un cocktail, come? indicando a casaccio sul menù, chi per il numero fortunato, chi per il carattere in giapponese che gli ispira di più, sperando che di aver chiesto qualcosa di buono.

Risultati immagini per karaoke manga

Ci accomodiamo, ed ecco perché i karaoke giapponesi sono così particolari: ognuno, ogni gruppo, ha una sala per sé, occupabile appunto a tempo, con poltrone, tavolino e maxi televisore. Il tutto con porta e pareti insonorizzate. Il che significa che per tutto il tempo prenotato la sala è solo nostra, e possiamo anche fare figuracce, che tanto nessuno lo saprà mai.
Nel mentre arrivano i cocktail, 4 bicchieri colorati.
Qual è il mio? Non si sa, impossibile riconoscerli e andiamo un’altra volta a casaccio.
Sono tutti buoni, molto fruttati, e l’alcol come già accennato praticamente inesistente, ma non è un problema.

Risultati immagini per karaoke manga

Allunghiamo di mezz’ora la nostra permanenza per un totale di un’ora, sapendo tra l’altro che il ritorno andrà fatto a piedi perché è già oltre la mezzanotte e la metro chiude.
Ma non importa perché ci stiamo divertendo tantissimo, con le canzoni dei Linkin Park, quindi anche se non siete amanti dell’attività, consiglio di provare un’esperienza da vero giapponese. E Shinjuku è il luogo perfetto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...