Tu non hai fame?

Quando si parla di viaggiare, si parla anche di cibo. Paese che vai, usanza che trovi, e cucine diverse in quantità!
Se si parla di cibo giapponese, la maggior parte della gente collegherà subito il sushi, o comunque pesce in generale. Eppure, i giapponesi sono dei grandissimi consumatori di carne!

In questo articolo, visto che è quasi ora di pranzo, riporterò 10 piatti tipici da assaggiare assolutamente in un viaggio in Giappone!

1. RAMEN

Un piatto di brodo, una manciata di noodles e svariati condimenti, in base al tipo di ramen che abbiamo davanti. 

Un piatto semplice, in sè, ma anche uno dei più ricercati, perché il buon ramen non è affatto semplice da fare!
Si tratta di uno dei piatti per eccellenza giapponesi, e in base alla zona, cambia di sapore.

2. GYOZA
Sono i ravioli a mezzaluna famosi anche in italia, al vapore o alla piastra, ripieni di carne o di verdure. Dal sapore deciso, li troverete spesso nei locali di ramen. Rispetto a quelli che vengono serviti nei ristoranti cinesi in italia, sono decisamente più saporiti.

3. OKONOMIYAKI
La “pizza giapponese”, che di pizza ha decisamente poco, se non la forma!
I ristoranti che la servono di norma possiedono una piastra al centro del tavolo, e l’impasto vi verrà versato davanti agli occhi, mantenendolo sempre caldo e pronto.
Si tratta di una frittata, condita anche qui in base ai gusti e alla zona: di norma abbiamo verdure, come il cavolo, carne o pesce (in base alle preferenze), e se siete a Hiroshima, anche noodles. Una volta cotta, verrà cosparsa di salsa Okonomiyaki, con una decorazione di Mayonese e polvere di alghe, con tocco finale di fiocchi di pesce essiccato, che col calore sembreranno muoversi!

4. TAKOYAKI
Attenzione che scottano! Già di per sè vedere l’uomo dei Takoyaki all’opera è un’esperienza fantastica, il modo in cui gira le polpettine di polpo nella teglia, la velocità e la precisione, sono qualcosa di speciale.
Viene versato nello stampino tondo questa pastella, infilando in ogni pallina un pezzo di polpo. Una volta cotti, vengono serviti di norma in porzioni da 6 o da 8, e cosparsi di salsa. Bisogna fare attenzione perché la tentazione di mangiarli subito è grande, ma si rischia di perdere la sensibilità alla lingua perché saranno incandescenti!

5. TONKATSU
Sembra quasi una parolaccia, ma non lo è. Si tratta della famosa cotoletta giapponese! Carne di maiale, solitamente, ricoperta da un’impanatura leggera e croccante, molto diversa dalla nostra cotoletta italiana. Di solito viene servita in un set, il che comprende verdure e contorno di riso, con la zuppa di miso che non può certo mancare!

6. SHABU-SHABU
Una bella esperienza da fare in gruppo, perché al centro del tavolo si trova una pentola con un brodo, nel quale poi ognuno cucinerà le sue pietanze, divise per persona.
Si pesca ad esempio una fetta di carne, o di verdura, e la si immerge nella pentola. Una volta dentro la si fa ondeggiare, e questo movimento dai locali viene chiamato “shabu-shabu”, per l’appunto. Oltre che buono, risulta anche molto divertente!

 

7. CURRY
Perché il curry giapponese non ha nulla a che vedere con quello indiano. Il colore è più scuro, con dentro le verdure e di norma più piccante. Servito sempre con del riso, in modo da mischiare, ha un sapore che personalmente mi fa impazzire!

8. OMURICE
Quando ci viene servito, ci ritroviamo davanti questo piatto con un’enorme frittata cosparsa di Ketchup. Detta così, per noi italiani soprattutto, potrebbe non dare proprio un’ottima prima impressione. Una volta rotta la frittata, che si riversa morbida nel piatto, rivela una montagna di riso al pomodoro e verdure, che mangiato tutto insieme, ha un sapore fantastico!

9. ABURA SOBA
Una rivisitazione del ramen, dove al posto del brodo abbiamo degli olii speciali e altri condimenti, che lo rendono un piatto appetitoso e sostanzioso.
(Se ti interessa, ne parlo meglio qui Abura-Soba a Shibuya, un Ramen un po’ diverso)

10. SUSHI
Perché anche se non è di usanza quotidiana mangiare sushi, resta comunque un’arte.E trovandoci nel paese del sol levante, dove tutto è nato, rimane d’OBBLIGO assaggiarlo!

 

La lista è finita, ma altre perle, che non rientrano proprio nella categoria “pasti principali”, ci sono:

 

BENTO
Non è il nome di una pietanza in sè, ma del cestino del pranzo che i giapponesi preparano con cura da consumare fuori casa. Se vi capiterà di prendere uno shinkansen nelle ore dei pasti, prima di salire a bordo fermatevi in uno dei tanti negozietti e acquistatene uno: ci sono bento box per ogni gusto e per tutte le tasche.

MOCHI
Il dolce per eccellenza giapponese! Consiste in una pallina di riso glutinoso, ripiena di fagioli rossi (tipico dolce nipponico), creme o frutta. Troverete dal classico mochi al matcha (il tè verde), a fragole, mango, gelato o gelatina!
MELONPAN
Perché tutti ne parlano. E hanno ragione.
Una specie di panino tartaruga, fuori croccante e ricoperto di zucchero, e dentro morbido e profumato, e soprattutto, dolcissimo!
Viene servito con svariati condimenti, tra cui gelato e panna, ma la prima volta è da assaggiare così com’è.

THE MATCHA
Il tè verde giapponese, denso e intenso, dal sapore forte.STREET FOOD
Troverete davvero tantissime cose particolari da assaggiare, e non rimarrete mai a stomaco vuoto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...